Una bella passeggiata montana da Vallesinella al Rifugio Tuckett

 

 

 

In Trentino, vi sono tra i più spettacolari rifugi che una persona appassionata di montagna possa visitare. Uno fra i tanti è il rifugio Tuckett. Dopo averne studiato il percorso da casa, un giorno decisi di salire al rifugio per poter vedere alle prime luci del sole, questo luogo meraviglioso. Dopo aver considerato i tempi di cammino, e come faccio di consueto aggiungo sempre un trenta minuti per garanzia, aver preso informazioni sul meteo, preparato la mia attrezzatura fotografica sono partito alla volta della valle di Sole in direzione Dimaro. Arrivato a Dimaro bellissimo paese solandro, seguendo le indicazioni per la comunità delle Giudicarie e val Rendena proseguo il mio viaggio verso Madonna di Campiglio ed una volta giunto lì, mi avvicino a Vallesinella ove inizierà il mio cammino. Arrivando di notte la strada che conduce a Vallesinella è aperta al traffico e gratuito ne è anche il parcheggio, solitamente nei periodi estivi, quindi di maggior afflusso di turismo montano, la strada viene chiusa al traffico, ed il parcheggio lo si può raggiungere o con una navetta a pagamento, oppure il parcheggio è consentito sino ad ultimare i posti sempre a pagamento, e seguendo la navetta sia in andata che in ritorno. Il prezzo di tali servizi è comunque accessibile a tutti e di poco conto.

 

Raggiunto il parcheggio di Vallesinella, con lo zaino in spalla, le mie racchette da montagna, e l’attrezzatura fotografica comincio il mio cammino verso la prima metà che è il rifugio Casinei.

 

 

Sin da subito il cammino si inerpica nel bosco, ed è bellissimo come la musica del bosco ti accolga. Ho potuto udire varie volte la civetta Nana uno spettacolo sentire tale canto. Il sentiero ottimamente segnalato, è prevalentemente di natura boschiva, quindi a terra spesso vi sono radici di cui prestare attenzione, ed è per la maggiore composto da gradini ampi in sasso. E’ una salita, questa verso il rifugio Casinei, di medio impegno, ma di corta lunghezza, infatti in circa 36 minuti con passo seguente ma di andatura tranquilla ho raggiunto il rifugio. Casinei è un rifugio locato tra le Dolomiti di Brenta, ad un altitudine di 1825 metri, da giugno ad ottobre è una ottima meta per chi non ama fare lunghe camminate ma vuole comunque godere di un panorama che appaghi lo sforzo fatto per raggiungerlo. Con 60 posti letto il rifugio Casinei è anche un’opportunità per chi cerca il relax montano, abbinato a specialità culinarie locali.

 

 

Dopo una brevissima sosta per gedere del panorama, riprendo il mio cammino sul sentiero n. 317 che mi porterà al rifugio Tuckett. Il cammino prosegue nel bosco, ma stavolta è meno ripido nel primo tratto, si passano alcuni pascoli, e si comincia ad intravvedere qualche vetta delle dolomiti di Brenta. Con il passare del tempo poi l’azzurro del cielo comincia a presentarsi ai miei occhi, regalandomi lo stupore di potermi meravigliare del paesaggio che mi circonda. Dopo circa un dieci minuti di cammino il sentiero riprende a salire, con non molta pendenza, ma la vegetazione comincia ad aprirsi ed a lasciar spazio a qualche roccia di dimensioni importanti sul tracciato.

 

Mano mano che la pendenza comincia a farsi considerevole, ma non eccessiva, la vegetazione viene meno, ed inizia lo spettacolo delle Dolomiti di Brenta. Bellissime svettano sotto i miei occhi, roccia dolomitica che affascinante si presenta ai miei occhi. Dopo circa un’ora di cammino in lontananza si scorge il rifugio Tuckett.

 

 

Bellissime da subito sono le roccie levigate nei tempi dal ghiacciaio che in epoca passata era presente qui tra le Dolomiti di Brenta. Sembra come se il terreno stato graffiato da artigli, veramente un paesaggio unico e bellissimo. In lontananza come dicevo pocanzi si scorge il rifugio Tuckett del quale si può apprezzare la sua posizione di privilegio tra le vette che lo sovrastano. Decido allora di fare una piccola deviazione dal sentiero e di godere dell’alba da alcune imponenti rocce presenti lungo il sentiero che poi si collega al percorso verso il rifugio Brentei. Indossato il caschetto, seppur non sia una via ferrata o di particolar pericolo, mi accingo a salire tra le rocce, e con l’umidità mattutina il rischio di scivolare è sempre dietro l’angolo, quindi proseguire in sicurezza è sempre un accorgimento che non deve mai mancare in montagna. Ebbene raggiunto il punto più alto, la vista è davvero notevole, e le prime luci cominciano a lambire le vette circostanti.

 

 

Seppur il luogo sia destinato fotograficamente al tramonto, l’alba conserva sempre il suo splendore. Siamo nel mese di agosto ma le temperature sono decisamente quelle autunnali a 2275 mt slm. Preparare bene il proprio percorso significa anche prepararsi ad ogni evenienza, quindi anche se in piena estate, in montagna e soprattutto in notturna mentre si attende l’alba è importante sopra ogni cosa l’abbigliamento. Io mi affido a ROCKEXPERIENCE azienda leader nel settore sportivo – montano in abbigliamento. Indossata la giacca a protezione dal freddo inaspettato non mi rimane che iniziare a fare qualche scatto a ricordo di questa bellissima avventura che in poco più di 1 ora e 40 minuti mi ha portato da Vallesinella, al rifugio Casinei, ed infine al Rifugio Tuckett.

 

Il rifugio Tuckett, ad un altitudine di 2275 mt slm, è una struttura davvero bellissima, che mantiene il rispetto paesaggistico-ambientale del luogo in cui è situato. Con un offerta di 120 posti letto in camere da 3 a 25 posti letto, è davvero una meta incredibile ove poter soggiornare in alta quota tra un paesaggio a 360° di impareggiabile bellezza tra le Dolomiti di Brenta. La vista spazia dunque non solo sulle dolomiti di Brenta, ma bensì si ha il piacere di vedere anche i ghiacciai dell’Adamello, Presanella e Cevedale.

 

 

Il rifugio Tuckett è inoltre un’ottima meta di partenza versa mete molto famose, quali le vie ferrate delle Bocchette, il Grostè, la via ferrata Benini e moltissime altre di grande prestigio. Come dicevo quindi il Tuckett è una meta per tutti, è una meta anche per le famiglie a cui piace portare i bambini in montagna per respirare un’aria pure e poter immergersi in paesaggi differenti lungo il cammino.

 

 

Siamo giunti alla conclusione di questo piccolo viaggio tra le Dolomiti di Brenta, raccontando la mia esperienza vissuta lungo questo bellissimo sentiero che porta da Vallesinella al rifugio Tuckett, spero di aver regalato la voglia di andare a condividere e provare questa giornata di cammino in montagna …

Buone vette a tutti e buon cammino, nella speranza di incontrarci lungo qualche bel sentiero Dolomitico auguro a tutti una buona giornata.

 

ROCKEXPERIENCE – CLICKALPS

www.rockexperience.it – www.clickalps.com

Related Images

Leave a Comment