Escursione al CORNO DI TRES

 

VAL DI NON-

Dalla malga Rodeza (o di Tres) al Corno di Tres

 

Si avvicina la primavera, profumi, canti degli uccelli, colori, la natura che si risveglia dopo l’inverno, quindi, perchè non cominciare con qualche semplice camminata tra le montagne della valle di Non. Nel periodo stagionale che comprende i mesi di aprile e primi giorni di maggio, in valle di Non, si può vedere la fioritura dei meleti, un occasione davvero molto bella per andare a conoscere questa vallata contadina, ricca e spettacolare soprattutto in primavera e fine estate quando i meleti, in settembre sono colmi del frutto che rende la valle di Non famosa in tutto il mondo, la mela. La voglia quindi di ammirare tale particolare bellezza, si associa anche alle innumerevoli possibilità escursionistiche che il Trentino offre, con percorsi adatti a tutti e di suggestivi panorami.

Oggi vorrei portarvi a conoscere uno dei punti panoramici più interessanti della valle di Non, il Corno di Tres.

Raggiunto il comune di Predaia, ci si porta in auto sino al Rifugio Predaia ai Todes’ci, dal quale poi si può proseguire seguendo indicazioni per malga Rodeza (o di Tres). La salita al Rifugio Predaia ai Todes’ci, è praticabile con tutti mezzi in quanto asfaltata, e a tratti cementata lungo l’intero percorso, mentre il tratto che intercorre tra il rifugio e la malga Rodeza è consigliabile solo con mezzi idonei a tracciati sterrati e sconnessi.

La malga Rodeza, situata nelle verdeggianti colline della Predaia, ad un altitudine di 1570 mt è una delle malghe più a sud della Predaia. Ottimo punto di partenza verso varie escursioni tra le quali la salita al Corno di Tres di cui vi parlerò in questo articolo.

 

 

Arrivati alla malga Rodeza, subito notiamo il panorama sul parco Adamello Brenta, una delle più belle catene montuose del Trentino.

Cominciamo la nostra escursione lasciandoci la malga Rodeza alla nostra sinistra e prendendo il sentiero numero 503 che ci condurrà sino al Corno di Tres.

Il nostro tragitto è davvero agevole, adatto a tutti, e comincia con una lievissima pendenza su strada sterrata per circa 20 minuti di cammino. Da subito si entra nel bosco ove è bello apprezzare il canto di varie specie di uccelli presenti sul territorio, e non è raro fare qualche incontro con dei caprioli.

Come detto pocanzi è un escursione montana adatta a tutti, nel periodo estivo è un’ottima soluzione per ovviare alla calura della stagione approfittando per fare un pò di sport leggero.

Sul percorso è facile trovare anche molti sportivi che approfittando delle belle giornate si tengono in forma camminano a passo veloce. Questa escursione infatti è adatta in tutte le stagioni, d’inverno infatti è particolarmente apprezzata dagli appassionati di camminate con ciaspole, o sci d’alpinismo.

Il tracciato sale per una ventina di minuti senza grandi difficoltà, e vi sono numerose aree panoramiche ove potersi riposare e godere dei paesaggi circostanti. Ben segnalato, il sentiero 503 comincia poi la sua vera natura di sentiero montano, e le pendenze si fanno più considerevoli ma non particolarmente difficili.

Superata la mezz’ora di cammino si intravvede lungo il sentiero la cima di questa piccola vetta, ed allora la soddisfazione e curiosità di vedere il Corno di Tres si fa sempre più emozionante.

Ed eccoci arrivati quasi alla vetta del Corno di Tres a quota 1812 metri. Qui si respira un aria frizzante, fresca, pura.

Ed ecco che in 40 minuti circa, siamo giunti ad ammirare questo punto panoramico tra i più belli della valle di Non.

Lo spettacolo che ci si pone difronte è davvero notevole, soprattutto alle prime luci del giorno ove possiamo ammirare il parco Adamello Brenta ed il gruppo delle Maddalene accendersi di una luce spettacolare.

Qui di seguito vi mostro qualche immagine di repertorio

 

 

Ecco giunti alla fine di questa nostra escursione dalla Malga Rodeza al Corno di Tres, in poco tempo, circa 40 minuti si può davvero avere una vista a 360° su varie località Trentine. Consiglio a tutti di andare a fare questa piccola escursione perchè vi regala, arrivati in vetta davvero molte soddisfazioni.

Spero come sempre di aver fatto cosa gradita, vi ringrazio moltissimo e chissà, magari ci vedremo lungo i sentieri delle montagne italiane.

 

Per info ulteriori scrivete a: photoclick@hotmail.com

Related Images

Leave a Comment